Aprire un’attività

aprire un'attività

Aprire un’attività Cerchi Lavoro?, scopri come trovarlo seguendo il nostro articolo “Aprire un’attività” in franchising. Come Aprire un’attività o un franchising ristorazione. Ogni soluzione verrà illustrata nella sua creazione e start up. Verranno riportati i costi e tutte le opportunità di questo eccezionale settore.

Come aprire un’attività in franchising: come funziona?

Volete sapere come Aprire un’attività e il tuo franchising di sogno, quanto può essere l’investimento e in quale settore? Seguiteci in seguito e vi diremo tutto ciò che serve.

Prima di tutto serve un buon piano operativo valido in modo tale da non essere impreparati su i vari problemi che possono nascere. La Legge 129/2004 spiega che il contratto deve contenere questi tre punti:

  • a quanto ammonta l’investimento
  • a quanto ammontano le spese d’ingresso che l’affiliato deve sostenere prima di incominciare l’attività

 Quanto costa aprire un franchising?

Prima di tutto bisogna calcolare a quanto ammonta l’investimento iniziale.

  • Fee d’ingresso o anche comunemente “diritto d’ingresso” che consiste in una cifra fissa che va confrontata in base alla crescita in rete del marchio e al valore economico: L’affiliato la verserà al momento della firma del contratto. E’ vista come parte dell’investimento iniziale ma dovrà essere valutata a parte nel momento che si calcolerà il capitale iniziale.
  • Royalties: sono la percentuale che il marchio chiede sull’incasso indipendentemente a quale sia la cifra: Potranno essere versate anche in quote fisse periodiche.
  • Investimento fisso: le cifre cambiano a secondo di quello che serve per l’avvio dell’attività e anche a seconda di quello che chiede il franchising.

 Come aprire un negozio in franchising?

Prima di tutto bisogna costituire una società se non si ha gestisce l’attività in nome proprio e questo naturalmente ha un costo. In seguito si ricerca il locale , se si è fortunati si può trovarlo vuoto e sfitto anche in zone centrali altrimenti si potrà chiedere a qualcuno si poterlo cedere ma a questo punto ci vorrà la “buonuscita” che in alcuni casi può essere comprensiva anche di licenza.

Seguiranno poi le spese di ristrutturazione che saranno proporzionate alle condizioni dell’immobile.
Si dovrà anche valutare le richieste del franchisor per eventuali spese murarie ed elettriche richieste da esso.
Bisognerà calcolare anche tutta la documentazione che servirà per essere in regola. Campagne pubblicitarie e di comunicazione che serviranno per una buona apertura dell’attività.
Ed eventuali spese aggiuntive nel caso serviranno intermediari esperti.